Home / LA COMUNITÀ IN FERMENTO DEL KEFIR / FERMENTAZIONE DEL LIEVITO MADRE

FERMENTAZIONE DEL LIEVITO MADRE

Gallery-4.jpg
La panificazione con il lievito madre offre una serie di benefici per la salute. Fatto attraverso la fermentazione naturale, il pane a lievito madre è ricco di batteri e lieviti benefici. Il processo di fermentazione aiuta a migliorare la digestione, supportare il sistema immunitario, regolare i livelli di colesterolo e offrire altri effetti positivi. Goditi la bontà genuina del lievito madre e le sue proprietà nutrienti.

Vedi le risposte alle domande frequenti sulla fermentazione del lievito madre.

Avrai bisogno di un lievito madre attivo se vuoi preparare prodotti a base di lievito madre. Un lievito attivo ha odore di lievito e presenta delle bolle. Raddoppia rapidamente dopo essere stato nutrito.

  • Opzione 1: utilizzare un lievito dormiente – Lievito dormiente nel frigorifero: potresti avere un lievito dormiente nel tuo frigorifero, oppure qualcuno potrebbe darti una piccola porzione del suo lievito. Questo ti fornisce un lievito vivo che puoi utilizzare nelle ricette dopo averlo nutrito una o due volte.
  • Opzione 2: acquistare lievito madre essiccato – Lievito essiccato: puoi acquistare lievito madre essiccato (vedi la gamma di ingredienti biologici Kefirko). Questo è un lievito in polvere che deve essere attivato, e può richiedere un paio di giorni (2-3).
  • Opzione 3: fare il lievito madre da zero – Da zero: puoi fare il lievito madre da zero. Questo processo è il più lungo, poiché è necessario creare un lievito vivo nutrendo i microrganismi della farina per almeno sette giorni.

Creare un programma di panificazione con lievito madre che si adatti al tuo stile di vita può essere una sfida, ma vale lo sforzo. Puoi creare un programma di panificazione che ti permetta di goderti regolarmente il pane fresco fatto in casa senza interrompere la tua routine quotidiana.

Se hai giornate impegnative durante la settimana e vuoi cuocere solo nei weekend, ma desideri goderti il pane a lievito madre ogni giorno, ecco un esempio di come puoi pianificare la tua panificazione.

Venerdì sera:

  • Rimuovi il tuo lievito madre dal frigorifero e lascialo a temperatura ambiente per circa 1-2 ore.
  • Nutri una piccola porzione di lievito madre con quantità uguali di farina e acqua, mescolando bene per incorporare aria. Questo sarà il tuo lievito per la cottura del giorno successivo.
  • Copri leggermente il barattolo e lascialo a temperatura ambiente per tutta la notte o per circa 8-12 ore.
  • Rimettere il lievito madre rimanente nel frigorifero per la conservazione fino alla settimana successiva.

Sabato mattina:

  • Al mattino, controlla il lievito. Dovrebbe essere frizzante e attivo, con un aroma piacevole.
  • Prepara l’impasto combinando il lievito con gli altri ingredienti (farina, acqua, sale, ecc.) secondo la tua ricetta preferita di pane col lievito madre. Segui le istruzioni della ricetta per impastare, piegare o modellare l’impasto.
  • Lascia che l’impasto attraversi le fasi di fermentazione e lievitazione come specificato nella ricetta. Questo di solito richiede diverse ore, a seconda della temperatura e della ricetta specifica.

Sabato sera:

  • Cuoci il tuo pane col lievito madre secondo le istruzioni della ricetta. Goditi il pane appena sfornato e conserva il pane per la settimana in un sacchetto di cotone o congelalo in piccole porzioni e scongelale il giorno prima di utilizzarle.

Regola le quantità e i tempi di alimentazione in base alle tue preferenze e alla specifica ricetta del pane col lievito madre che stai utilizzando. Se vuoi cuocere più di una pagnotta per settimana, avrai bisogno di più lievito.

Ecco una ricetta per preparare il lievito madre da zero.

  • Combina 30g di farina e 25ml di acqua.
  • Dopo 48 ore, nutri con 30g di farina e 25ml di acqua. Lascia riposare per altre 24 ore.
  • Scarta metà del lievito madre e nutri con 30g di farina e 25ml di acqua. Lascia riposare per 24 ore.
  • Ripeti il terzo passaggio ogni giorno per almeno sette giorni fino a quando il lievito madre sarà attivo.

Continua a ripetere il passaggio 3 ogni giorno fino a quando il lievito madre sarà attivo e pronto per l’uso.

Per capire se il tuo lievito madre è attivo e sano, ci sono alcuni elementi chiave da osservare:

  • Bolle: le bolle indicano che il lievito madre è attivo e sta producendo anidride carbonica.
  • Crescita: quando nutri il lievito madre, dovrebbe almeno raddoppiare di volume entro poche ore dall’alimentazione. Questo è il segnale che il lievito è sano e attivo.
  • Aroma: un lievito madre sano dovrebbe avere un aroma piacevole, leggermente acido. Se ha un odore sgradevole o sa fortemente di alcol, potrebbe essere il momento di rinfrescare il lievito madre o regolare il tuo programma di nutrimento del lievito.
  • Consistenza: un lievito madre sano dovrebbe avere una consistenza uniforme e liscia. Non dovrebbe esserci presenza di muffa o decolorazione.
  • Attività nel tempo: nel corso di alcuni giorni o settimane, il tuo lievito madre dovrebbe continuare a mostrare segni di attività e crescita.

Osservando questi segni, puoi assicurarti che il tuo lievito madre sia attivo e sano, pronto per essere utilizzato nelle tue ricette preferite a base di lievito madre.

Nutrire e curare correttamente il tuo lievito madre è essenziale per mantenerlo sano e garantire una buona panificazione.

Ecco i passaggi per nutrire e curare correttamente il tuo lievito madre:

  • Scegliere gli strumenti giusti: usa un contenitore di vetro con un coperchio per conservare il tuo lievito madre. Evita i contenitori di metallo, poiché possono reagire con l’acido del lievito madre.
  • Nutrire il lievito regolarmente: la frequenza del nutrimento dipende dall’ambiente e da quanto è attivo il lievito madre. In generale, dovresti nutrire il lievito una volta al giorno o ogni 12 ore. Per nutrire il lievito, scarta circa metà del lievito madre e sostituiscilo con parti uguali di farina e acqua.
  • Mantenere un programma di alimentazione coerente: scegli un programma di alimentazione che funzioni per te e mantienilo. Se devi regolare il programma, fallo gradualmente nel corso di diversi giorni.
  • Conservare il lievito alla giusta temperatura: il lievito madre preferisce ambienti caldi e umidi. Idealmente, conserva il tuo lievito madre tra i 24 e i 29°C.
  • Usare ingredienti di qualità: il lievito madre è sensibile alla qualità dell’acqua e della farina utilizzate per l’alimentazione. Usa acqua filtrata e farina di alta qualità per garantire risultati migliori.

Seguendo questi passaggi, potrai nutrire e curare correttamente il tuo lievito madre, mantenendolo sano e attivo per una panificazione col lievito madre ottimale.

Conservare correttamente il pane con lievito madre è importante per mantenere la sua freschezza e consistenza. Ecco alcuni consigli su come farlo:

  • Lasciare raffreddare completamente il pane: questo eviterà che l’umidità si accumuli all’interno del contenitore o della borsa e impedirà al pane di diventare molle.
  • Avvolgere il pane in carta o stoffa: evita di conservare il pane a lievito madre in sacchetti di plastica, poiché possono intrappolare l’umidità e far diventare il pane molle. Invece, avvolgi il pane in carta o stoffa per permettergli di respirare.
  • Conservare a temperatura ambiente: Il pane con lievito madre si conserva meglio a temperatura ambiente, lontano dalla luce diretta del sole e da fonti di calore. Una scatola per il pane o un sacchetto di carta sono ideali per questo scopo.
  • Congelare per una conservazione più lunga: avvolgi il pane strettamente in un sacchetto di plastica richiudibile. Il pane con lievito madre congelato può durare fino a tre mesi.
  • Riscaldare prima di mangiare: se il tuo pane a lievito madre è diventato raffermo, puoi ravvivarlo riscaldandolo. Metti il pane in un forno preriscaldato a 180°C per 10-15 minuti, o fino a quando è ben riscaldato.
  • Seguendo questi consigli, puoi mantenere il tuo pane col lievito madre fresco e delizioso più a lungo.

È importante conservare correttamente il lievito madre per mantenerlo sano e attivo per future panificazioni.

  • Prendi solo una piccola porzione del lievito madre esistente e mettila in un contenitore non reattivo.
  • Aggiungi parti uguali (in peso) di farina e acqua alla piccola quantità di lievito madre che hai lasciato nella ciotola. Ad esempio, se hai 1/4 di tazza di lievito madre, aggiungi 1/4 di tazza di farina e 1/4 di tazza di acqua. Mescola bene fino a ottenere una consistenza morbida.
  • Per la conservazione a lungo termine (ad esempio, più di una settimana fino a diversi mesi), conserva il contenitore con il coperchio solo appoggiato nel frigorifero. La temperatura più bassa rallenterà il processo di fermentazione e potrai tirarlo fuori e nutrirlo una volta alla settimana per mantenerlo vivo.
  • Seguendo questi passaggi, potrai conservare il tuo lievito madre in modo efficace quando non lo usi, mantenendolo sano e pronto per essere riattivato quando necessario.

FERMENTATORE PER
IL LIEVITO MADRE

Il tuo ingrediente segreto nella panificazione tradizionale del pane!